Un pò di romanticismo………..

Carissime lettrici, se vi cito i nomi di Audrey Hepburn, Principessa Kate, Juliette Binoche in ”Chocolat”, Robin White in ”Storia Fantastica”, cosa vi viene in mente? Sicuramente che sono delle belle donne ma oltre a questo sono anche le icone per eccellenza del look romantico. Ebbene si. Si tratta di un look senza tempo, che va di pari passo con lo stile bon ton e che grazie alle grandi icone  del passato e giovani attrici del presente sembra destinato a non scomparire nemmeno in futuro. Avere un look romantico significa indossare colori tenui come il cipria, il nudo, il crema, il bianco e tutti i toni pastello miscelati tra loro sempre con molto buon gusto. A questa ”regola” però si affianca lo stile romantico parigino che ci propone degli accostamenti di colore molto differenti da quelli appena citati. In effetti andiamo un pò più nel ”romantico vintage”: il color mattone o il verde scuro abbinato al rosa cipria più carico; l’azzurro abbinato al color tabacco; ecc. Anche se un pò differente dai canoni romantici più comuni, è comunque uno stile sicuramente di effetto. Un altro elemento fondamentale per questo stile è sicuramente il pizzo ( vedi articolo precedente ”PIZZI E MERLETTI”) che troviamo in particolare sui colletti e sulle bordature delle camicie o delle gonne. Il look romantico è un look comodo infatti le sue linee sono morbide come nelle gonne plissettate che richiamano gli anni ’50. A completamento di questo stile non possiamo dimenticare lo scialle, le ballerine o dècolletè nei toni chiari, un capo crochet morbido, le perle e un maquillage molto delicato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Molto importante è notare come lo stile romantico venga interpretato in modo differente a secondo delle situazioni. Nel quotidiano è sufficiente indossare una camicetta bianca di seta per enfatizzare questo stile. Nelle cerimonie si tende ad avvicinarsi alla raffinatezza delle principesse di tutte le epoche oppure si tende a indossare  capi bon ton tipici degli anni’50 – ’60. Infine per le soirèe si tende a scoprire le spalle e il decoltè preferendo uno stile pre-raffaelita.  A la prochaine fois. Merci.

Pizzi e merletti

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Carissime lettrici, chi di voi nella vita non è stata attratta almeno una volta dai pizzi e dai merletti? Effettivamente questo è un mondo molto affascinante che attualmente è  di nuovo presente sul territorio italiano sia per la riscoperta e valorizzazione dell’antico sia  per la sua rivisitazione in chiave moderna. Quello che ho cercato di fare  con le mie creazioni è stato proprio questo e cioè dare un tocco  rètro a dei capi attuali.   Sul periodo esatto in cui apparve il merletto non ci sono certezze. Quello che è certo invece è che l’Italia è protagonista in questo settore seguita successivamente dalla Francia ( parliamo del 1665 ). Pizzo o merletto che si voglia dire ( sostanzialmente si tratta della stessa cosa,  le differenze sono generalmente nella qualità e grossezza del filo usato,nel tipo di disegno eseguito, nella varietà dei punti utilizzati), nel tempo ha subito notevoli cambiamenti nel mondo della moda e nelle sue applicazioni. In effetti vediamo che con la rivoluzione francese il merletto scompare dall’abbigliamento maschile; poi con la Grande Guerra il merletto è ridotto alla guarnizione dei capi di corredo, alla biancheria intima e ai capi da cerimonia. Con il sessantotto  e l’emancipazione femminile si è avuto un rifiuto dei modelli e delle attività tradizionali e si pensava che anche per i pizzi e merletti fosse arrivato il momento del declino. Per fortuna questo non è avvenuto del tutto e quindi oggi possiamo beneficiare di queste splendide creazioni che oggi danno sicuramente un tocco glamour alla nostra modernità. Al prossimo articolo. Ciao

Semplicemente stile

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
giacca in cotone tessuto rigato spilla sul rever staccabile

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
particolare della manica con rouche
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
particolare passamaneria in rilievo sul davanti della camicia
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
camicia con rouches

Carissime lettrici, questa volta parleremo in modo più approfondito dello stile. Personalmente credo che sia molto importante avere stile. Avere stile non significa solo avere un guardaroba perfetto con capi giusti e di un certo target.Avere  stile significa avere la mentalità e l’attitudine giusta. Lo stile influisce su tutto ciò che fai, dici e indossi quotidianamente. Utilizzando un modo di dire abbastanza diffuso, ”bisogna uscire dalla massa”. Per fare questo non è necessario allontanarsi completamente da quello che è di moda al momento. Si può prendere tranquillamente spunto aggiungendo un tocco del tutto personale, per esempio:  indossare ” quel determinato capo” in modo particolare e diverso dal solito;  utilizzare degli accessori particolari per rendere il proprio outfit originale;  osare con l’accostamento dei colori. Avere stile significa anche avere sicurezza. Se non ti senti sicura del tuo look anche chi ti sta intorno inizierà a nutrire gli stessi dubbi. Comunque, giusto per essere  maggiormente sicure del proprio look, possiamo sempre tener conto di quello che diceva la famosissima Coco Chanel: PRIMA DI USCIRE  GUARDATI  ALLO SPECCHIO E LEVATI QUALCOSA”. Resta il fatto che essere originali ci rende davvero unici, un pò come i capi che potrete vedere attraverso le foto che vi mostrerò di seguito. Tengo molto a ricordarvi che tutte le passamanerie utilizzate per il restyling dei capi e le spille sono state interamente cucite a mano. Al prossimo articolo. Ciao