RUDOLF NUREYEV PART II

Rudolf frequentò la scuola del Kirov e il suo insegnante, il maestro Pushkin, fu davvero molto importante per lui. Nureyev lo ricorda così:

” Per me è stato un padre, senza di lui avrei potuto fare ben poco; gli giurai riconoscenza eterna e l’averlo perduto, quando ho scelto di restare in occidente, mi ha causato un autentico dolore”.rudy-in-black

Nureyev non era un grande virtuoso ma Pushkin scoprì in lui la dote dell’ interprete e dell’ attore. Rudolf era capace di esprimersi non solo con il corpo ma anche con l’anima. Un vero e proprio artista.Rudolf-Nureyev-pic1

Dopo qualche anno fece anche un’esperienza cinematografica……..interpretò Valentino nell’omonimo film di Ken Russel.025_rudolf-nureyev_theredlist

Della vita privata di Rudolf non si seppe mai molto…lui dichiarò:”Consideratemi per quello che sono, un ballerino; non è lecito entrare nel privato di un artista; l’uomo ci penserà Dio a giudicarlo”.

Nureyev non si innamorava mai di nessuno se non della danza. Ci sono state però delle grandi attrazioni per il famoso ballerino Eric Bruhn 4f3903670cc9c30fb80b00a56a8ffea8e per un certo Kenneth, un ballerino di Boston. Si narra anche di una storia che Rudolf ebbe con il grande Freddy Mercury. Freddy era gay e Nureyev non andava con i gay.

Solo un uomo è stato sempre al suo fianco per 26 anni: Luigi Pignotti.Pignotti-Nureyev

Alla fine degli anni settanta, Rudolf conosce Pignotti come  fisioterapista di grande fama. Si trovava  a Vienna quando lo fece cercare per un massaggio alle gambe. Dopo solo qualche giorno Rudolf gli chiese se voleva restare con lui e Luigi rispose immediatamente di si. Una splendida occasione quella di essere al fianco di un eccellente artista come Nureyev. Insieme girarono il mondo per ben sei mesi e quando ritornarono in Italia, Luigi frequentò dei corsi di inglese e dopo due anni divenne il manager di Nureyev.

In realtà Pignotti non era solo il suo manager ma anche il suo confidente.Rudolf-Nureyev-Luigi-Pignotti Rudolf viveva la sua omosessualità con molto pudore in quanto in Russia, il solo parlarne,  equivaleva ad un crimine.

Nureyev parlava molto con Luigi a tal punto di chiedere consiglio sui ragazzi che frequentava. Anche quando si rese conto di perdere letteralmente  la testa per Kenneth , chiese aiuto al suo manager.

Era meraviglioso il rapporto confidenziale che c’era tra i due. Dopo la sua morte a Luigi sono rimasti parte dei costumi e oggetti vari, il resto è rimasto  è diventato proprietà dei teatri.

Omaggio a Nureyev da Luigi Pignotti:

”Mi manchi Rudolf, con il tuo sguardo fiero e sempre attento, il tuo sorriso dolce e triste allo stesso tempo, perfino i tuoi momenti di ira, ma so che sei finalmente felice, perché balli con gli angeli”.nur

All’epoca il mondo della danza era un mondo pulito, particolare. I danzatori  non si drogavano, non fumavano e non bevevano alcol. I danzatori, ed in particolare Rudolf, erano persone molto colte sia nell’ambito dell’arte che nella cultura generale.

Oggi , purtroppo, non è così. La maggior parte dei danzatori hanno una cultura molto limitata . Pensano solo e unicamente alla propria fisicità. Pignotti raccontava:”………mentre Rudy leggeva Pirandello e Goldoni in italiano, oltre a Byron e Dostoevskj, questi non leggono nemmeno il Corriere della Sera.”.

Malato da tempo di AIDS, Rudolph , negli ultimi anni amava rifugiarsi nella sua isola di Li Galli, davanti a Positano.

Avrebbe voluto morire sulla scena ma non ci riuscì.

”LA DANZA E’ TUTTA LA MIA VITA. ESISTE IN ME UNA PREDISPOSIZIONE, UNO SPIRITO CHE NON TUTTI HANNO. DEVO PORTARE FINO IN FONDO QUESTO DESTINO; INTRAPRESA QUESTA VIA NON SI PUO’ TORNARE INDIETRO. E’ LA MIA CONDANNA , FORSE, MA ANCHE LA MIA FELICITA’. SE MI CHIEDESSERO QUANDO SMETTERO’ DI DANZARE, RISPONDEREI: QUANDO SMETTERO’ DI VIVERE”.s-l1000

Giulia

Annunci

RUDOLF NUREYEV part I

Nascere su di un treno per Vladivostock è stato forse il presagio della vita in movimento che avrebbe avuto il celeberrimo Rudolf Nureyev. Nasce il 17 marzo del 1938 a Irkutsk in Russia e da allora di strada ne ha fatto veramente tanta.Rudolf-Nureyev-gay

All’età di 11 anni Rudolf incomincia a prendere lezioni di danza da una anziana signora di nome Udelstova che, pensate, aveva fatto parte dei leggendari ” Ballets Russes” di Diaghilev. Il suo papà non voleva assolutamente che prendesse lezioni di danza. Lui avrebbe voluto che conseguisse una laurea e tutte le volte che lo vedeva ballare lo picchiava. Nureyev seguì comunque la sua grande passione. E fece molto bene. Ascoltò il suo cuore.

Sua madre e sua sorella lo appoggiavano nelle sue scelte artistiche. Rudolf ammirava fortemente la sua mamma: una donna intelligente, forte, sempre pronta a fare enormi sacrifici per i suoi figli. Fu proprio sua madre che nel 1943, per la prima volta, lo portò a teatro. Rudolf aveva solo cinque anni: ”Pensai che tutto ciò era magico. Diventerò un ballerino”.rudolf-nureyev-545617l-600x0-w-eebf0f68

Nel 1955, a soli 17 anni, entra a far parte della scuola di ballo del Teatro Kirov di Leningrado.rudy-in-black Tre anni dopo viene ammesso in compagnia. Le tournee furono una dopo l’altra e, durante una tournee in Europa, Rudolf chiese asilo politico in Francia per sottrarsi all’oppressivo regime sovietico.

Da quel momento il nome di Nureyev finì su tutti i giornali e non solo per la sua notorietà nel mondo della danza ma anche per motivi legati alla politica. Quegli anni , parlo degli inizi degli anni sessanta, erano anni segnati dalla tensione tra due grandi superpotenze: Unione Sovietica e Stati Uniti d’America.

La sua bellissima carriera in occidente ebbe inizio con la compagnia del Marchese di Cuevas e continuò con il Balletto Reale Danese di Bruhn , il Royal Ballet di Londra.thIZ32PD1Bnureyev2_468x4791

Rudolf instaurò un forte sodalizio con Margot Fonteyn,ff73ad0ed933a5c6a1da1c7419ae5426 una magnifica ballerina con la quale incantò il pubblico di tutti i teatri del mondo. Nureyev fu un ballerino eccezionale anche perché si immedesimava completamente nel ruolo che interpretava.51a41885cfc7c60e472afad60225e107--ballet-moves-margot-fonteyn

Per lui hanno creato i più grandi coreografi: Ashton, Roland Petit, Mac Millian, Bejart, Taylor.

Nureyev raggiunse un successo tale da essere riconosciuto un genio della danza in tutto il mondo. Pensate che è stato definito ”l’erede naturale” di Nijisky, il grande danzatore russo del XX secolo e anche un grande innovatore della coreografia.11-agosto

In effetti Rudolf cambiò il modo di danzare e soprattutto ha rivoluzionato il ruolo maschile nella danza.Rudolf Nureyev

Nel balletto classico l’uomo ricopriva sempre un ruolo secondario rispetto alla ballerina: il ballerino doveva semplicemente esaltare la bravura della sua partner.Nadia-Nerina-460_1005605c Rudolf pensò che questa differenza tra i ruoli non doveva più esistere e con lui la danza e la tecnica maschile acquistarono una nuova fisionomia:  ” Ho sempre pensato che PAS DE DEUX volesse indicare DANZA PER DUE”.n1

To be continued………

 

Ciao ciaooo                                                                                                Giulia

 

 

SPLENDIDA SOPHIA

Nel 1950 non fu eletta Miss Italia,  ma per tutti noi, ancora oggi, lei è la reginetta indiscussa del cinema italiano ed internazionale.Approved-Sophia-Loren-Armando-Gallo-Photographer-

Sofia Villani Scicolone, questo è il suo vero nome, nacque a Roma  il 20 settembre del 1934.  La sua famiglia non viveva una condizione di agiatezza e per questo motivo Sophia trascorse parte della sua infanzia e dell’adolescenza a Pozzuoli,  a casa della famiglia materna.

La divina , sin da giovanissima,  mostrava una particolare avvenenza  tale da partecipare a vari concorsi di bellezza220px-A_young_Sophia_Loren,_aged_15,_at_a_beauty_contest_in_Naples,_Italy tra i quali Miss Italia dove venne eletta Miss Eleganza. GettyImages-558636439l-763x1024Proprio in occasione di questo concorso  fu notata dal produttore Carlo Ponti. Carlo fu talmente travolto dalla bellezza prorompente di Sophia che le offrì un contratto lavorativo  di sette anni.

La Loren non ha mai deluso le aspettative di Carlo……..si è sempre rivelata all’altezza dei ruoli che le venivano proposti  nei film interpretandoli in modo più che adeguato.08a-GettyImages-74281962-1024x805GettyImages-526900300lGettyImages-530788602-lorenSophia_Loren_-_1959 Non lasciava mai che la sua stupefacente bellezza offuscasse le sue qualità di attrice.

In poco tempo riesce  a conquistare il pubblico internazionale.01-00101635000114GettyImages-517257686l Dal 1956 Sophia recita anche in inglese ed è affiancata da attrici molto note come Marylin Monroe, Elizabeth Taylor, Ingrid Bergman, ecc.

Negli anni sessanta ha la consacrazione come icona del cinema italiano grazie al film  ” LA CIOCIARA”.GettyImages-526897310l

Sophia Loren non è solo una grande attrice ma anche madre di due ragazzi: Carlo Junior ed Edoardo.GettyImages-517262628l-676x1024GettyImages-110426172-1024x661

La sua vita non è stata sempre semplice e tranquilla: c’è stato un momento in cui è stata messa a dura prova. Il 15 aprile del 1978, Sophia e suo marito Carlo Ponti sono stati accusati di evasione fiscale e nel 1982, a fronte di questa frode, Sophia Loren viene messa nel carcere di Pozzuoli per 17 giorni. Alla fine, però,  la Corte di Cassazione attribuisce questa frode al commercialista della divina e Sophia viene esclusa da ogni responsabilità.

Sophia Loren ha ricevuto molti premi e riconoscimenti.GettyImages-529302148-1024x683 Nel 1991 ha ricevuto il premio Oscar alla carriera consegnatole da Gregory Peck.01-00060349000011h-679x1024

Magnifica, divina, la nostra Sophia.sofia

 

 

BUON COMPLEANNO HUGH JACKMAN

La rivista People lo proclama ”Uomo più sexy del mondo”……..Hugh-Jackman-hugh-jackman-27077540-2000-1331come non essere d’accordo?

Hugh Jackman , nato a Sydney il 12 ottobre 1968, tra qualche giorno spegnerà le candeline…….50 anni di indiscutibile fascino!

Hugh Jackman Family

Attore di teatro , cinema e interprete di svariati musical, non ha mai deluso le aspettative del pubblico al quale è noto soprattutto per l’interpretazione del mutante Wolverine nella saga degli X-MEN.hughjackmanwolverine Grazie a questo ruolo approda nel mondo del cinema diventando protagonista di molti film di successo come Kate & Leopold ,Kate-e-Leopold Australia,Hugh-Jackman-Australia-Wallpaper-hugh-jackman-3101613-1280-1024 Le miserables………c_les-miserables_notizia-2

Hugh Jackman studia giornalismo alla University of Technology di Sidney ma sembra che questa non sia proprio la sua strada………Jackman adora cantare ed è anche molto capace!Hugh_Jackman Debutta prima in teatro interpretando ruoli nei vari  musical e poi nel cinema.

Nel 1996 sposa l’attrice Deborra-Lee Furness, conosciuta sul set di ”Corelli”, serie Tv del 1995.Hugh-Jackman-Deborra-Lee-Furness-Pictures La coppia non ha avuto dei figli propri e così ne ha adottati due: Oscar Maximillian e Ava Eliot.

Nel 2017 Hugh è protagonista di un musical a dir poco travolgente: THE GREATEST SHOWMAN.The-Greatest-Showman-Poster-Hugh-Jackman-e1512652200595 Una miscela esplosiva di musiche, danze e costumi. Uno spettacolo nello spettacolo basato su una storia semplice di un imprenditore circense che, nell’ottocento , cerca di riscattarsi dal suo passato da mediocre.  Grazie alla sua impresa, che  mette su con non poche fatiche , può finalmente regalare una vita più dignitosa alla sua famigliathe-greatest-showman-trailer-2017-billboard-1548 e un lungo periodo di notorietà ad alcune persone che hanno tratto forza e coraggio dalle loro defayance fisica .the-greatest-showman

Care lettrici, se non avete ancora avuto la possibilità di vedere questo capolavoro, vi consiglio di farlo, ne verrete piacevolmente e intensamente coinvolte e poi………rinuncereste mai a vedere l’uomo più sexy del mondo?

 

 

 

 

 

Ciao ciaoooooooo                                                                                       Giulia

 

BUON FERRAGOSTO A TUTTI, MA.………

………..non dimentichiamo chi oggi ha vissuto  una terribile tragedia nella città di Genova.1200px-Genova_ponte_Morandi

UN MIO PENSIERO SPECIALE A TUTTI LORO…….

 

A presto                                                                                                                Giulia

………SPERO PROPRIO DI VEDERE LA MIA STELLA CADENTE…….

Sono tanti i desideri che vorrei fossero esauditi questa sera………. pensandoci bene, però , ho deciso di dare la priorità a tre di questi……..

Lo so…….è già difficile vedere una stella, figuriamoci tre……..  beh, come si dice,  ” la speranza è l’ultima a morire”!PERSEIDI-4

 

BUON S. LORENZO A TUTTI VOI

LA MODA E’ ARTE – L’ARTE E’ DI MODA

C’era un tempo in cui si utilizzavano quasi esclusivamente  tele e pareti per esprimere ciò che un’artista aveva da dire. Anche i giornalisti o i personaggi pubblici attenti alle tematiche sociali esprimevano attraverso la televisione, la radio, i giornali e oggi anche attraverso i social ciò che desideravano  arrivasse alla gente.

Da un po’ di tempo sta prendendo piede un’altra  “moda” e cioè quella di utilizzare i tessuti sia per diffondere dei messaggi a sfondo sociale sia per divulgare l’arte in modo semplice e diretto.Moschino-ai-2017-2018-1000-preview

Ci sono grandi stilisti che si sono adoperati a fare tutto ciò: PRADA, DOLCE & GABBANA, MOSCHINO e non solo.

PRADA decide di dar voce a una triste realtà: la violenza sulle donne. Stampa facce di donne impaurite, piangenti, disperate.thQJT0KNGJPrada-sfilataPrada-PE-2014-N5prada-abiti-e-accessori-stampati

DOLCE & GABBANA,  invece, riporta sui suoi abiti, immagini che riproducono la bellezza della loro tanto amata Sicilia, dai monumenti ai panorami mozzafiato……dg11Sfilata-dolce-gabbana-pe-2013-3dolce-e-gabbana-piastrellesicilia_dg3

MOSCHINO, beh………Moschino con il suo animo ribelle si è sempre schierato dalla parte del sociale, con i suoi messaggi originali e sempre molto chiari.5Mimg_3028cuissardes-a-righe-moschino

Pensate che anche Chanel non si è tirata indietro di fronte all’arte, in questo caso, metropolitana. Modelle truccate come delle tavolozze e vestite con abiti pieni di pennellate di colore…..Il-finale-della-sfilata-Chanel-Primavera-Estate-2014_main_image_object

Ho sempre sostenuto il sodalizio tra arte e moda in quanto l’una è l’espressione dell’altra.

E poi, cosa c’è di più bello che portare a spasso un po’ di cultura?

Ciao ciaooooooo                                                                                             Giulia